Comprare un immobile, Finanziamento Immobiliare
Proposto di acquisto vincolata al mutuo o al leasing.

Proposta di acquisto vincolata al mutuo o al leasing.

Ecco cosa devi sapere per non farti trovare impreparato.

Solitamente, prima di fare acquisti, conosci la tua capacita economica; nel mondo immobiliare, invece, non è sempre così scontato perché alcune volte, anche quando puoi acquistare in completa autonomia, sono gli stessi commercialisti a consigliarti il finanziamento immobiliare, magari per un vantaggio fiscale di cui non eri a conoscenza. Senza dilungarmi troppo negli aspetti fiscali, con questo articolo voglio aiutarti a compiere il passo importante della proposta di acquisto.

Richiesta di finanziamento.

Il primo passo è quello di verificare se sei mutuabile o leasingabile (si dice così?! :D); ti consiglio di compiere questo passo prima di ogni altra attività. Puoi farlo mediante la tua banca oppure attraverso un broker creditizio. Non ti serve avere la certezza del finanziamento, ma una prima verifica ti può essere utile per capire se ci sono i presupposti o meno per poter concludere poi l’acquisto.

Proposta di acquisto vincolata al mutuo o al leasing.

Ottenuto il primo ok finanziario e trovato l’immobile di tuo interesse, sei pronto a formulare la proposta di acquisto. Quest’ultima dovrà essere sempre vincolata al mutuo o al leasing a meno che tu non trovi in uno di questi due casi:

  • non hai bisogno di chiedere un mutuo o il leasing per l’acquisto del tuo immobile;
  • sei comunque in grado di autofinanziarti qualora non te lo concedessero (in questo caso è meglio indicarlo all’interno della proposta).

La dicitura da riportare solitamente è la seguente: La presente proposta di acquisto è vincolata (oppure subordinata) all’ottenimento del mutuo o del leasing da parte dell’istituto erogante.

Se il modulo di proposta è fornito dall’Agenzia Immobiliare, ci sarà anche uno spazio dedicato che si chiama Condizioni particolari, dove andare a riportare questa dicitura.

Scadenza del vincolo.

Mettere il vincolo significa anche indicare una scadenza perché giustamente il venditore non può aspettare in eterno l’esito della pratica; di conseguenza si va a specificare anche il termine temporale di validità del vincolo entro il quale l’acquirente deve ottenere la risposta positiva. La dicitura potrebbe essere aggiunta alla frase precedente: …che dovrà avvenire entro e non oltre il….. .

Cosa succede se…

In questo paragrafo ti scriverò le risposte alle domande più frequenti sul tema. Se ne hai qualcun’altra, ricordatela e me la scrivi nei commenti.

  • Cosa succede se vincolo la proposta? Se una proposta è vincolata al mutuo o al leasing, vuol dire che l’accordo è stato trovato, ma l’affare sarà perfezionato una volta che si ha la risposta positiva dell’istituto erogante.
  • Cosa succede se non la vincolo? Se una proposta non è vincolata al mutuo o al leasing, ma l’acquirente deve comunque richiedere il finanziamento rischia di dover comunque acquistare l’immobile anche se non ottiene la delibera.
  • Come togliere il vincolo una volta ottenuta la risposta positiva? L’acquirente deve fare una dichiarazione in cui indica che l’istituto erogante ha deliberato il finanziamento e che quindi la proposta è libera dal vincolo.
  • Quando l’Agenzia Immobiliare ha diritto alle provvigioni per l’intermediazione svolta? L’Agenzia Immobiliare ha diritto alla provvigioni quando conclude l’affare positivamente.
  • Cosa succede se non mi danno il mutuo o il leasing? Nulla, se la proposta era vincolata alla delibera e non prevedeva alcuna forma di penale. In alcuni casi viene previsto, solitamente quando il periodo di attesa è più lungo delle aspettative, un importo da corrispondere come forma di penale.
  • L’Agenzia Immobiliare, durante il periodo di attesa, può ritirare altre proposte di acquisto? Dipende dai modi di operare dell’Agenzia Immobiliare. Io trovo corretto, avvisando entrambe le parti, proseguire almeno con gli appuntamenti di vendita; nel caso non venga concesso il finanziamento, quanto meno ho altri potenziali clienti da risentire. Le proposte preferisco non ritirarle per non creare sovrapposizioni di clienti e creare situazioni spiacevoli. In ogni caso la proposta sarebbe sempre in coda a quella in attesa.

Se hai altre domande in merito, scrivile pure nei commenti qui sotto.

Load More Related Articles
Load More By Stefano Tronca
Load More In Comprare un immobile
  • Pingback: Agenzie Immobiliari, come difendersi in 5 mosse. | Stefano Tronca()

  • Pamela Gardini

    Buongiorno, ho ricevuto una proposta di acquisto vincolata all’ottenimento del mutuo, il mutuo non è stato erogato perché la banca avrebbe potuto erogare una somma inferiore rispetto a quanto richiesto. Io venditore, cosa posso richiedere per ritenermi completamente svincolata dalla proposta di acquisto sottoscritta? Al momento l’unica cosa che ho ricevuto è la copia di una mail fatta dal broker all’agente immobiliare in cui veniva indicato quanto sopra e allegata la perizia della banca (che valuta l’immobile meno del prezzo di compravendita concordato). Posso ritenermi libera o posso pretendere qualcos’altro, per esempio due righe da chi mi aveva fatto la proposta? Grazie mille.

Check Also

L’errore che fanno (quasi) tutti i proprietari di un immobile.

Questo errore lo fanno in molti; oserei dire quasi tutti i Proprietari di un immobile. Scopriamolo insieme e vediamo come possiamo risolverlo.

Cerca

About Me


Ciao, sono Stefano Tronca e sono un Agente Immobiliare. Aiuto gli Imprenditori, mediante la consulenza, a trovare, vendere e locare l’immobile per la propria Azienda. Lo faccio definendo una strategia, creata appositamente per il Cliente.

Iscriviti alla Newsletter

ENTRA A FAR PARTE DELLA COMMUNITY!

Riceverai comodamente nella tua casella di posta elettronica i nuovi Articoli e non solo...;)

Odio lo SPAM quanto te. La tua email sarà tenuta al sicuro.