Norme e Fiscalità
Ape 2015

Il nuovo APE entra in vigore il 1 ottobre 2015. Ecco cosa c’è da sapere.

A partire dal 1 ottobre 2015 (salvo nuovi rinvii) debutta il nuovo Attestato di Prestazione Energetica (APE). Ecco cosa cambia.

Doveva entrare in vigore il 01 luglio, ma poi la data era stata spostata al 01 agosto; ora il nuovo e forse ultimo rinvio con data fissata per il 01 ottobre 2015.

Vediamo nello specifico cosa cambierà.

Certificato energetico unificato a livello nazionale.

Per noi operatori del settore c’è una buona notizia: finalmente l’attestato sarà il medesimo per tutto il territorio nazionale, unificando così la lettura dello stesso nonostante l’ubicazione dell’immobile in regioni diverse.

Per applicare ciò, si andranno ad utilizzare dei nuovi standard di valutazione che saranno i medesimi per tutte le regioni italiane.

A questo, si andranno ad aggiungere anche delle emoticon, per una maggiore facilità di lettura anche da parte del consumatore, poco esperto magari sulla differenza tra le varie classi.

Si passa da 7 a 10 classi energetiche.

Anche le classi subiranno delle modifiche, infatti la classe A sarà suddivisa in 4 classi, a partire dalla A4 la migliore, si passa alla A3, alla A2 ed alla A, fino ad arrivare alla G che, come sempre, rimane la classe peggiore dal punto di vista energetico.

Prestazione energetica globale dell’edificio.

A determinare la classe energetica dell’immobile sarà l’indice di prestazione energetica globale, indicato dalla energia primaria non rinnovabile.

Sarà inoltre necessario indicare, al fine del miglioramento del risparmio energetico, le proposte di intervento per migliorare l’efficienza energetica dell’edificio e le informazioni su eventuali incentivi di carattere finanziario, qualora siano disponibili, per realizzarli.

Costi e obblighi del certificatore

Ma ora veniamo alla domanda più importante…quanto costerà il nuovo APE? Per il tecnico abilitato che svolgerà il lavoro di certificare l’immobile non cambia molto, ma cambierà qualcosa a chi spera di pagarle a pochi euro sfruttando i coupon di un famoso sito; con il nuovo APE, infatti, scatta l’obbligo dell’uscita del tecnico per effettuare il sopralluogo in loco al fine di verificare tutti i dati ed i parametri necessari alla stesura del certificato.

Altra novità importante a favore del consumatore è l’istituzione di una statistica dei costi medi sostenuti per la certificazione energetica basata sulle nuove certificazioni effettuate. La pagina sarà creata appositamente dall’ENEA (Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie e lo sviluppo economico sostenibile) sul proprio sito internet.

Validità

La validità di 10 anni rimane immutata così come la possibilità di poter mantenere il proprio attestato di prestazione energetica se antecedente al 1 ottobre 2015, così come era stato nel caso del passaggio dall’ACE all’APE.

Aggiornamenti

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato nel caso vi siano nuovi sviluppi sul tema APE.

Load More Related Articles
Load More By Stefano Tronca
Load More In Norme e Fiscalità

Check Also

Contratto di locazione nullo senza attestato di certificazione energetica

Cari proprietari, fate molta attenzione in quanto a ...

Cerca

About Me


Ciao, sono Stefano Tronca e sono un Agente Immobiliare. Aiuto gli Imprenditori, mediante la consulenza, a trovare, vendere e locare l’immobile per la propria Azienda. Lo faccio definendo una strategia, creata appositamente per il Cliente.

Iscriviti alla Newsletter

ENTRA A FAR PARTE DELLA COMMUNITY!

Riceverai comodamente nella tua casella di posta elettronica i nuovi Articoli e non solo...;)

Odio lo SPAM quanto te. La tua email sarà tenuta al sicuro.