Affittare un Immobile, Vendere un Immobile
il tuo immobile è bloccato

Il tuo immobile è bloccato? Cambia il tuo punto di vista!

Come il proprietario influenza l’esito della vendita o dell’affitto.

Pensi che il tuo immobile sia invendibile? Pensi che sia colpa del mercato? Sei ormai rassegnato che il tuo immobile non lo venderai o affitterai mai? Non hai mai ricevuto delle offerte?

Ho una notizia per te…esiste una soluzione e se continuerai a leggere l’articolo potrai capire come risolvere il tuo problema.

Solito problema: l’immobile è bloccato e non si riesce a vendere o ad affittare.

L’Agente Immobiliare che hai scelto è in gamba: l’immobile viene ben promosso e si dà gran parecchio da fare per cercare di trovare dei clienti che possano essere interessati al tuo immobile. Nonostante tutto però, poche telefonate e pochi appuntamenti o addirittura nessuna forma di contatto seppur il prezzo dell’immobile sia allineato al mercato.

Eppure gli immobili nel tuo Comune si vendono e si affittano! Come è possibile?! Se hai notato che non c’è una logica comune rispetto agli altri immobili, presto scoprirai cosa blocca la vendita e l’affitto del tuo immobile e cosa puoi fare tu stesso per cambiare la situazione.

Le tue soluzioni al problema.

Solitamente cominci a generalizzare il problema scaricando la responsabilità sul mercato diffondendo notizie allarmanti: “il mercato è finito”, “le aziende in Italia non aprono più”, “i capannoni non li vuole più nessuno”, ecc…

Reagendo in questo modo non è che migliori la situazione, sinceramente; se pensi che questi siano i motivi, rischi di perdere tempo e pure soldi…cambiare continuamente Agenzia Immobiliare, commercializzare direttamente o avere più Agenzie Immobiliari, non sono soluzioni che risolveranno il problema, purtroppo.

Ottieni quello che causi. Sempre.

Personalmente ho avuto vari proprietari “poco positivi” durante la vendita e la locazione del proprio immobile.

Riporto l’esempio di un immobile che ho seguito per svariati mesi, dove nonostante il prezzo competitivo della locazione e il gran lavoro sulla commercializzazione, i risultati non arrivavano.

Nella stessa località continuavo ad affittare capannoni di tutte le dimensioni (anche grandi il doppio di quello del caso che sto descrivendo), con richieste di canone maggiore, in rapporto all’Euro/mq.

Quando relazionavo i proprietari, loro gratificano il mio lavoro perché vedevano l’effettivo impegno, ma loro stessi continuavano a dire che non l’avrei mai affittato per il mercato, perché non lo vuole nessuno, perché bla bla bla.

A questo punto diventa una questione di principio: dovevo affittare il capannone, e ci sono riuscito!

Trovo il cliente che deve fare una semplice attività di deposito (l’ideale per la tipologia di capannone). Azienda sana con tutte le carte in regola. Nonostante la notizia positiva, i proprietari continuano a gettare fango e nonostante mi aspettassi: “siamo contenti, ce l’abbiamo fatta finalmente!”, mi sono sentito dire “Vedrà che durerà poco!”.

Volevano avere ragione loro e l’hanno avuta! Dopo qualche mese, il cliente ha mandato disdetta perché un loro cliente ha cominciato a non pagare il loro lavoro e quindi hanno preferito sospendere la locazione del capannone visto che era stato preso in affitto appositamente.

Non ti chiedo di credere ai flussi negativi o positivi o ai fantasmi, ma di cambiare il tuo punto di vista.

Bisogna essere d’accordo sul fatto che l’immobile possa essere venduto ed avere un punto di vista collaborativo con l’Agente Immobiliare perché l’influenze interne sono più importanti delle influenze esterne. Non è quello che dici ma è quello che credi veramente, aldilà delle parole.

Se pensi che il tuo immobile non si venderà o non si affitterà mai, stai tranquillo che questa intenzione lavorerà in modo invisibile, ma creerà degli effetti che sono quelli ti ho descritto prima.

Tu proprietario assicurati che tu voglia veramente venderlo o affittarlo il tuo immobile e che ciò veramente accada, perché se tu hai dei dubbi o riserve, tutto ciò creerà dubbi e problemi sia all’Agente Immobiliare che all’acquirente/conduttore.

L’ ”happy ending” è possibile.

Purtroppo non basta questo per vendere o affittare il tuo immobile…magari fosse così semplice.

Se pensi, però che il tuo immobile possa essere venduto e non hai riserve su questo ed anche il tuo Agente Immobiliare è allineato al raggiungimento dell’obiettivo finale, il tuo problema lo risolverai puoi starne certo; questo perché anche se ti ritroverai ad affrontare dei problemi, essi saranno sempre problemi oggettivi, come per esempio il prezzo, problemi risolvibili che puoi affrontare, a differenza di un problema soggettivo che non è sempre risolvibile.

Ringraziamenti.

Voglio ringraziare pubblicamente Enzo Romano, Direttore dell’Espansione de HCA – Hubbard College of Administration Milano, per il supporto avuto nella stesura di questo articolo.

Load More Related Articles
Load More By Stefano Tronca
Load More In Affittare un Immobile

Check Also

L’errore che fanno (quasi) tutti i proprietari di un immobile.

Questo errore lo fanno in molti; oserei dire quasi tutti i Proprietari di un immobile. Scopriamolo insieme e vediamo come possiamo risolverlo.

Cerca

About Me


Ciao, sono Stefano Tronca e sono un Agente Immobiliare. Aiuto gli Imprenditori, mediante la consulenza, a trovare, vendere e locare l’immobile per la propria Azienda. Lo faccio definendo una strategia, creata appositamente per il Cliente.

Iscriviti alla Newsletter

ENTRA A FAR PARTE DELLA COMMUNITY!

Riceverai comodamente nella tua casella di posta elettronica i nuovi Articoli e non solo...;)

Odio lo SPAM quanto te. La tua email sarà tenuta al sicuro.