Trucchi e Consigli Immobiliari, Vendere un Immobile
frazionamento capannone

Hai un capannone troppo grande? Frazionalo!

Ecco come frazionare un capannone. [CASO STUDIO]

Se sei proprietario di un capannone molto grande (un negozio o un ufficio) e stai cercando di venderlo o affittarlo, la soluzione più semplice potrebbe essere quella di frazionarlo.

Capisco bene le problematiche e le eventuali spese che questo potrebbe creare, però in alcune situazioni è veramente l’ultima spiaggia.

Quest’oggi ti parlerò e ti dimostrerò mediante un caso studio, come ho seguito con successo la locazione di un grosso complesso di un mio Cliente, attraverso il frazionamento del capannone.

Prima fase: studio del frazionamento.

Non sempre è possibile frazionare un immobile; i punti di riferimento da prendere quando devi frazionare un capannone sono:

  • la struttura
  • gli accessi all’area
  • gli ingressi dell’immobile
  • i servizi igienici
  • gli impianti
  • le uscite di sicurezza

Unitamente a quanto sopra, occorre verificare insieme ad un tecnico, la fattibilità dal punto di vista edilizio ed urbanistico.

Fatte tutte le valutazioni preliminari, bisogna studiare un piano di frazionamento che tenga conto dei punti di riferimento sopra citati con il fine di creare delle unità interessanti anche dal punto di vista commerciale. Bisogna tener conto che non rimangano delle unità totalmente inutilizzabili. Ti stai chiedendo come farlo? Passa alla lettura della seconda fase.

Seconda fase: la commercializzazione del capannone frazionato.

Sicuramente per lo stesso frazionamento, avrai ipotizzato delle alternative percorribili, una sorta di piano B e magari anche C :-D.

Ora non devi fare altro che commercializzare l’immobile e raccogliere le richieste. Se hai promosso un 2.000 mq, è quasi matematico che ti arriverà il Cliente interessato solo a 1.500 mq o a 2.500 mq e in quest’ultimo caso è disposto a pagarlo per 2.000 mq… 😀

Questo è il bello del mio lavoro: cercare di “trovare una quadra” tra proprietario ed acquirente/locatario.

L’importante è cominciare a riempire gli spazi per non avere il classico “effetto domino“: perché non è stato ancora venduto  o affittato nulla? Chiedono troppo? Ci sono problemi? Nessuno ci vuole andare? Ecc.. Mai lasciare un immobile vuoto troppo tempo…

Al contrario cominciare a riempire l’immobile crea un effetto positivo e aiuta a portare nuovi clienti: “C’è già qualcuno, quindi non sono l’unico ad aver preso l’immobile”. Chi segue i cantieri conosce bene questo problema.

Terza fase: i lavori.

Una volta contrattualizzata la potenziale vendita o locazione della porzione, i lavori possono iniziare (chiedi una caparra soprattutto se i lavori sono eseguiti su richiesta).

I lavori possono essere fatti anche parzialmente ovvero per la porzione locata/venduta, senza dover necessariamente provvedere al tutto: se per esempio hai venduto o affittato 1.000 mq pensa, come prima cosa, a fare i lavori per quella porzione; dimenticati il resto perché potrebbe essere che il prossimo Cliente stia cercando esattamente una porzione nello stato in cui si trova.

Ma ora veniamo al CASO STUDIO.

[CASO STUDIO] Frazionamento di un capannone.

Quando il proprietario mi ha contattato, era dell’idea di vendere o locare l’immobile per l’intero: area produttiva di circa 7.500 mq, palazzina uffici su due livelli di 390 mq ciascuno ed un’area esterna di circa 16.000 mq; il tutto ubicato in provincia di Monza e Brianza.

Abbiamo fatto vari appuntamenti, specialmente per la locazione, ma l’investimento era importante e quindi molte Aziende tergiversavano; il proprietario, inoltre, aveva sempre il timore del mancato pagamento della locazione che per un immobile di tali dimensioni sarebbe stato abbastanza catastrofico: sia per gli importi eventualmente non percepiti che per le eventuali spese da sostenere (IMU e lavori necessari per ripristino ed ammodernamento).

La soluzione più rapida ed intelligente era a quel punto di frazionare sia l’immobile che il rischio.

Insieme abbiamo studiato il piano di frazionamento e seguito i passaggi di cui ti ho parlato sopra; abbiamo cominciato dall’area esterna per finire con gli uffici, ecco la situazione frazionata:

frazionamento capannone

Se ti trovi anche tu nella situazione del mio Cliente e vuoi avere una consulenza dedicata per il tuo immobile, contattami.

Load More Related Articles
Load More By Stefano Tronca
Load More In Trucchi e Consigli Immobiliari
  • masters46

    Salve mi chiedevo per i lotti centrali E e G, com’è possibile riuscire ad affittarli senza un ingresso indipendente?

    • Buongiorno. Il lotto E ha l’accesso indipendente dalla tettoia comune, mentre il lotto G purtroppo no. Quest’ultimo è a disposizione in parte od in totale dei lotti adiacenti per un’eventuale espansione.

Cerca

About Me


Ciao, sono Stefano Tronca e sono un Agente Immobiliare. Aiuto gli Imprenditori, mediante la consulenza, a trovare, vendere e locare l’immobile per la propria Azienda. Lo faccio definendo una strategia, creata appositamente per il Cliente.

Iscriviti alla Newsletter

ENTRA A FAR PARTE DELLA COMMUNITY!

Riceverai comodamente nella tua casella di posta elettronica i nuovi Articoli e non solo...;)

Odio lo SPAM quanto te. La tua email sarà tenuta al sicuro.