Investimento Immobiliare, Trucchi e Consigli Immobiliari
Ecco cosa succede a chi investe nel Mercato Azionario

Ecco cosa succede a chi investe nel Mercato Azionario

Cari Investitori, tornate a credere nel Mercato Immobiliare.

E meno male che era il settore immobiliare ad essere in crisi; ci hanno fatto credere che la Banca era sinonimo di sicurezza, ma a quanto pare non è così, anzi.

L’unica sicurezza è che In Italia le Banche non le faranno mai fallire per davvero, ma gli epiloghi per risparmiatori ed investitori sono da incubo. Vediamo perché.

Il caso Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio.

Ecco una breve cronistoria dell’accaduto che ha portato al fallimento della Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio:

  • 10 febbraio 2015. La Banca dell’Etruria viene commissariata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze su proposta dalla Banca d’Italia, visto che a seguito di accertamenti ispettivi, risultavano gravi perdite del patrimonio;
  • 16 novembre 2015. Il CdM recepisce la normativa europea BRRD (Bank Recovery and Resolution Directive) con decreto attuativo (ne parlo nel prossimo paragrafo);
  • 22 novembre 2015. Il Consiglio dei Ministri approva la risoluzione dell’istituto come da normativa BRRD;
  • 23 novembre 2015. Inizia ad operare la Nuova Banca dell’Etruria e del Lazio S.p.A. a seguito alla cessione della vecchia banca, dalla quale ne ha assorbito diritti, le attività e le passività positive ad esclusione delle passività.

Di fatto lo Stato, con il decreto Salva-Banche, ha azzerato il valore delle obbligazioni subordinate facendo perdere ai soli risparmiatori toscani, secondo le stime di Federconsumatori, una media di 15-20mila euro a testa.

I risparmiatori, ovviamente e giustamente, sono adirati e minacciano azioni legali per truffa visto che lo Stato ha nuovamente aiutato le banche e si è dimenticato di aiutare anche i cittadini, veri ed unici incolpevoli di quanto accaduto.

Prelievo Forzoso: il bail in.

bail in

Dal 1 gennaio 2016 entra in vigore la direttiva europea BRRD (Bank Recovery and Resolution Directive) che autorizza le banche a rivolgersi direttamente ai propri clienti in caso di crac finanziario.

Le banche potranno quindi prevedere il salvataggio della propria Azienda (perché di ciò si tratta) mediante i soldi dei propri correntisti: in sostanza gli stiamo dando i nostri soldi per giocare a Monopoli.

Loro utilizzano i nostri risparmi per fare i loro investimenti, quando vincono portano i soldi a casa (loro) e quando perdono invece, per non fallire, rimpolpano le casse con i soldi dei propri clienti.

Guarda pure l’infografica sulla destra: “Chi si fa carico delle perdite di una banca in crisi finanziaria?” Non sarà più necessario l’intervento dello Stato (noi cittadini), ma si potrà ricorrere al salvataggio interno (noi correntisti).

L’unico vantaggio, se tale si può definire, è che a pagare non saremo proprio tutti, ma chi è cliente di quell’istituto bancario: ci danno la possibilità di poter scegliere il tavolo al quale sederci per giocare a Monopoli…

La crisi degli istituti bancari.

Il caso della Banca Etruria potrebbe non essere isolato, infatti secondo LiberoQuotidiano.it, ci sarebbero altri 15 istituti di credito vicini al default con il conseguente potenziale rischio di un bail-in.

Il problema è che oltre ad essere totalmente ignari della situazione della propria banca, non siamo neanche più padroni dei nostri soldi: è il caso di Luigino d’Angelo (v. foto affianco), rimasto dentro nel fallimento della Banca Etruria con la conseguente perdita dei risparmi di una vita.luigino d'angelo

Luigino ha provato in tutti i modi a rientrare del proprio capitale, ma non c’è stato verso. Gli hanno spostato il profilo dell’investimento da basso rischio ad altissimo senza possibilità di replica.

Probabilmente l’ultimo tentativo invano (unito al capitale di migliaia di risparmiatori), della Banca Etruria, di fare una puntata sul cavallo migliore per poter recuperare il capitale e salvare l’istituto dal fallimento.

Luigino non ce l’ha fatta a sostenere la perdita dei propri risparmi di una vita (110.000 Euro ed un lingottino d’oro) e si è suicidato. Un’altra, l’ennesima, vittima del sistema.

Il migliore investimento rimane l’Immobiliare.

Se il povero Luigino e tutti i risparmiatori della Banca Etruria avessero investito in immobili, magari oggi c’era chi si lamentava del mancato pagamento del canone di locazione, di chi non riusciva a trovare un conduttore oppure che il valore di mercato del proprio bene era diminuito, ma credo proprio che nessuno avrebbe compiuto un gesto così estremo qual’è il suicidio.

L’immobiliare ha sempre dato dei buoni profitti agli investitori ed ancora oggi sta facendo molto: sul mercato ci sono molti immobili con una redditività lorda superiore al 7%.

Ci sono molti investimenti low cost e forme di acquisto agevolate che permettono di trarre dei guadagni importanti dall’immobiliare. Gli altri incentivi sono i prezzi bassi e un mercato dato in ripresa.

Il mattone inoltre, è un bene godibile ad eccezione del mercato borsistico che è solo e pura speculazione economica: ti danno un pezzo di carta il cui valore è puramente nominale tanto quanto la banconota che hai in tasca.

L’immagine che ho scelto per l’articolo è forte lo so, ma lo era anche per Luigino, magari un anno prima; rifletti molto bene dove investire i risparmi di una vita.

Stay tuned.

Per diventare degli investitori, bisogna conoscere il mercato di dove si va ad operare, bisogna diventare esperti.

L’esperienza si acquisisce con il tempo mediante la pratica che si fa sul campo, ma per non bruciare il capitale in poco tempo, bisogna avere un minimo di base teorica.

Per questo motivo, ho dato la mia disponibilità ad aiutare la promozione di un corso legato agli investimenti immobiliari all’estero, i cui relatori sono persone molto preparate oltre ad essere loro stessi degli investitori immobiliari.

Clicca il pulsante VEDI CORSO per avere maggiori informazioni e qualora tu fossi interessato, puoi iscriverti direttamente.

VEDI CORSO

Load More Related Articles
Load More By Stefano Tronca
Load More In Investimento Immobiliare

Check Also

Dietro le scene di un investimento immobiliare di successo.

In questo articolo voglio svelarti il backstage di un investimento immobiliare di assoluto successo.

Cerca

About Me


Ciao, sono Stefano Tronca e sono un Agente Immobiliare. Aiuto gli Imprenditori, mediante la consulenza, a trovare, vendere e locare l’immobile per la propria Azienda. Lo faccio definendo una strategia, creata appositamente per il Cliente.

Iscriviti alla Newsletter

ENTRA A FAR PARTE DELLA COMMUNITY!

Riceverai comodamente nella tua casella di posta elettronica i nuovi Articoli e non solo...;)

Odio lo SPAM quanto te. La tua email sarà tenuta al sicuro.