Agente Immobiliare, Agenzia Immobiliare
Agenzie Immobiliari, come difendersi in 5 mosse.

Agenzie Immobiliari, come difendersi in 5 mosse.

Ecco una piccola guida su come difendersi dalle Agenzie Immobiliari o dagli Agenti Immobiliari poco professionali.

La professione di Agente Immobiliare, spesso non viene riconosciuta come una vera professione, a causa della presenza di Agenti Immobiliari poco corretti nei confronti della clientela.

Spesso, attraverso la mia professionalità, mi ritrovo a dover recuperare credito nei confronti della categoria a seguito dei continui attacchi dei clienti insoddisfatti della professionalità dimostrata da questi “colleghi” al quale interessa soltanto percepire le provvigioni.

Le provvigioni non sono altro che la conseguenza del lavoro svolto; tutti abbiamo bisogno del “dio danaro” per vivere, lo posso capire, ma al primo posto ci vuole sempre l’etica e non il denaro.

A seguito di ciò, ho deciso di scrivere questa piccola guida “Agenzie Immobiliari, come difendersi in 5 mosse.” per aiutarti a difendere contro le agenzie immobiliari poco professionali.

Ecco i 5 casi più comuni.

1. Proposta non vincolata.

Su questo tema ne ho parlato giusto giusto poco tempo fa. Ti invito a leggere questo articolo qualora tu non l’avessi fatto. Spesso gli acquirenti devono necessariamente fare un mutuo o un leasing per acquistare un immobile; alcune agenzie immobiliari, invece cosa fanno? Non vincolano la proposta affinché, dopo l’accettazione della proposta di acquisto, possano tranquillamente fare il preliminare di compravendita e percepire le provvigioni di loro spettanza.

Ricordati che se devi chiedere i soldi per comprare l’immobile, la proposta di acquisto deve essere sempre vincolata!

2. Richiesta di soldi per la pubblicità dell’immobile.

L’ultima moda, che mi hanno proprio riferito i proprietari, è quella di chiedere soldi per esporre l’immobile in pubblicità, senza alcuna garanzia sulla vendita (ovviamente). Fatto salvo pubblicità particolari, piuttosto che l’home staging o altre attività particolarmente costose che possono richiedere la partecipazione del proprietario alla spesa, la semplice pubblicità dell’immobile rientra nelle attività classiche della commercializzazione; parte integrante della provvigione percepita dall’Agente Immobiliare, una volta venduto l’immobile.

Questa “tecnica” permette all’agente immobiliare/agenzia immobiliare, magari in difficoltà economiche, di poter rientrare dei costi importanti della pubblicità.

Chiedo 500 Euro di qua, 1.000 Euro di là e posso anche permettermi di campare senza fare vendite…

Consigliarti di stare lontano da questi agenti immobiliari/agenzie immobiliari mi sembra abbastanza scontato…

3. Agenzia Immobiliare che non collabora.

Non mi stancherò mai di dirti di stare lontano dalle agenzie Immobiliari e agenti Immobiliari che non collaborano.

Queste agenzie immobiliari non permetteranno mai che la vendita del tuo immobile arrivi per mano di un collega; se l’unico cliente che può comprare il tuo immobile ce l’ha un’altra Agenzia Immobiliare, le soluzioni possono essere solo due:

  • aspetti che scada l’incarico con il rischio che perdi il cliente;
  • concludi la trattativa comunque e paghi la penale all’agenzia immobiliare che percepisce soldi senza averti seguito nella compravendita. Il tutto per una loro scelta.

Evita le Agenzie Immobiliari che non collaborano perché sono una limitazione alla vendita del tuo immobile.

4. Agenzia Immobiliare che non percepisce provvigioni all’incarico.

Il caso è molto simile al precedente, ma con l’aggravante.

Un’agenzia immobiliare che non chiede provvigioni per il proprio lavoro, fornirà un servizio pari a 0; lo dice la logica dell’attività imprenditoriale: nessuno regala niente: no soldi – no party“.

Se la commercializzazione non è quella che ti aspetti o pensi che il tuo agente immobiliare non si stia impegnando troppo, non puoi certo lamentarti…non lo paghi!

Magari ti chiederai perché lo fa…la risposta è semplice: si accontenta di percepire le provvigioni dalla parte acquirente.

E se l’acquirente lo porta un collega cosa succede? Succede che la provvigione della parte acquirente viene divisa con il collega oppure se il collega declina questa soluzione, salta la vendita.

Scusami…ma non è il proprietario che deve decidere se la proposta deve essere accettata o meno? In questo caso è l’agenzia immobiliare a decidere se vendere o meno il TUO immobile.

Pensaci bene quindi, prima di affidarti ad un’Agenzia Immobiliare che non percepisce provvigioni…

Ma ora veniamo al caso più eclatante. Al caso che mette a dura prova le coronarie di qualsiasi cliente, ovvero:

 

Se vuoi vendere, affittare il tuo immobile o stai cercando semplicemente una nuova location per la tua Azienda, non affidarti a chiunque, ma scegli un vero Professionista.

Come sempre, se hai bisogno, sono a tua disposizione. 😉 CLICCA QUI PER CONTATTARMI.

Load More Related Articles
Load More By Stefano Tronca
Load More In Agente Immobiliare

Check Also

Il falso mito dell’Agenzia Immobiliare ” presente sul posto”

Quando un proprietario deve scegliere un'Agenzia Immobiliare a cui affidare il proprio immobile, spesso la scelta ricade proprio sull'Agenzia Immobiliare "sotto casa" o nel mio caso "sotto Azienda", ma io sono di un altro parere ed in questo articolo ti illustrerò il mio punto di vista.

Cerca

About Me


Ciao, sono Stefano Tronca e sono un Agente Immobiliare. Aiuto gli Imprenditori, mediante la consulenza, a trovare, vendere e locare l’immobile per la propria Azienda. Lo faccio definendo una strategia, creata appositamente per il Cliente.

Iscriviti alla Newsletter

ENTRA A FAR PARTE DELLA COMMUNITY!

Riceverai comodamente nella tua casella di posta elettronica i nuovi Articoli e non solo...;)

Odio lo SPAM quanto te. La tua email sarà tenuta al sicuro.